In questa foto, vi sono due passeggeri del transatlantico St. Louis che, nel 1939, fu respinto dagli USA (i buoni, quelli di Roosevelt) e costretto a ritornare in Europa (riattraversando tutto l’Atlantico), riportandovi il suo carico di oltre 900 ebrei tedeschi in fuga dalle persecuzioni nazionalsocialiste. La maggior parte dei passeggeri riportati in Europa caddero sotto i colpi delle bestie nazionalsocialiste. Ricordiamoci sempre del fatto che i buoni statunitensi, i quali di lì a 6 anni avrebbero sganciato due bombe atomiche sul cattivo Giappone, non accoglievano tutti gli Ebrei in fuga; né i buoni Inglesi furono migliori, in generale limitando gli ingressi in Palestina e in questo caso particolare accogliendo solo 288 dei passeggeri del St. Louis in ritorno dalle coste USA, così costringendo tutti gli altri a sbarcare sul continente infestato dal razzismo antisemita.