Il processo di socializzazione della dimensione prepolitica dell’esistenza (una dimensione consistente nell’amicizia, nella famiglia, nell’interiorità, nel rapporto con la natura, nella sessualità) ha trovato nel reality show, o “spettacolo di realtà”, un’arma potentissima. Attraverso tale forma di spettacolo televisivo o telematico, la società di massa invade ideologicamente la sfera amicale, quella amorosa, quella intima, quella erotica e perfino quella del nutrimento, imponendo a esse la propria logica e alienandole.